Russian
English
English
French
Français
Spanish
Español
German
Deutsch
Italian
Italiano
Portuguese
Português

Kazakh
Ққ
Chinese
中文
Arabic
ﺔﻴﺑﺮﻌﻟا
Mongolian
M
Vietnamese
Tiếng Việt
Moldavian
Moldov
Romanian
Română
Türkçe
Türkçe

          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 27 28 29 30
31


Verona e Russia, 320 milioni di scambi

03.11.2011 16:49
Ammontano ad oltre 320 milioni di euro gli interscambi commerciali tra Verona, che ospiterà domani e venerdì alla Gran Guardia il Forum italo-russo, e la Federazione Russa, ottavo Paese nella classifica scaligera dell'export stilata dalla Camera di commercio. Il Forum che segue quest'anno il filo conduttore della "Cooperazione per la modernizzazione e l'innovazione" alla sua quarta edizione in terra scaligera è l'unico appuntamento di incontro e confronto fra rappresentanti del mondo istituzionale, politico ed economico dei due Paesi.

Energia, finanziamenti e investimenti, innovazione, design industriale, infrastrutture e telecomunicazioni sono i temi al centro della due giorni a cui partecipano personaggi chiave dell'economia russa e italiana riuniti per verificare e aumentare le possibilità di interscambio per entrambi i Paesi.

Sul tavolo le future possibilità bilaterali di business alla luce anche di importanti progetti di investimento che la Russia sta attuando sul proprio territorio. "Verona e il Veneto vantano relazioni privilegiate con la Federazione Russa", spiega Antonio Fallico presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia, ideatore del Forum e presidente Zao Banca Intesa Russia, "e il Nord Est del Paese può oggi sfruttare nel migliore dei modi le opportunità date dal processo di avvicinamento della Russia verso la comunità occidentale. Il Cremlino, pur mantenendo le proprie interdipendenze, è oggi più che mai aperto alla condivisione di innovazione e merci con partner importanti di Verona e del Veneto".

Il Forum, che riunirà circa 500 player istituzionali ed economici dei due Paesi, si concentrerà proprio sulla costruzione di un sistema alleanze e intese per la crescita comune. Tra i presenti Aleksandr Shokhin, presidente dell'Unione degli industriali russi, Andrey Akimov, presidente e ad Gazprombank, Romano Prodi presidente della Fondazione per la collaborazione tra i popoli, Paolo Pininfarina presidente Pininfarina, Giuseppe Pizza sottosegretario all'Istruzione, università e ricerca.

Per l'ente camerale veronese, nel 2010 l'export scaligero verso la Russia è stato pari a 246,7 milioni di euro, il 39,8% in più rispetto all'anno precedente.

Tra i primi prodotti "Made in Verona", diretti verso la Federazione Russa, si registra l'abbigliamento, che nel 2010 ha segnato un +68% e che vale poco più di 50 milioni di euro, seguono i prodotti di colture permanenti per 19,7 milioni di euro, +44,3% sul 2009 e il segmento industriale delle macchine per impieghi speciali, che invia in Russia beni per 17,5 milioni di euro, +40,1% sul 2009. Sul fronte delle importazioni, invece, Verona rappresenta il 23 mercato per la Russia. E. CO.


http://www.larena.it
Ricerca
Ricerca Avanzata


Importante
Riferimenti
FAQ
Nuovo
© 2011-2013 Ministero dellEducazione e della Scienza della Federazione Russa
Utilizzando i materiali del sito, fare il riferimento al sito Leducazione in Russia per i cittadini stranieri e notifica dellamministratore e` obbligatoria